Il tuo indirizzo IP: Sconosciuto · Il tuo stato: Protetto
Non protetto
Sconosciuto
Blog Guide

Come inviare e-mail anonime

Uno dei più grandi problemi della sicurezza online è l'anonimato. Molto spesso è difficile nascondere la propria identità in modo efficace, in particolare quando si inviano messaggi di posta elettronica. Non si tratta però di una cosa impossibile: si possono inviare e-mail anonime in diversi modi, a seconda delle varie esigenze.

Ruth Matthews

Ruth Matthews

Jan 27, 2021 · 4 min di lettura

Come inviare e-mail anonime

Buoni motivi per inviare e-mail anonime non rintracciabili

Combattere il crimine

A volte può capitare di venire a conoscenza di informazioni relative ad azioni criminali, corruzione, truffe, abusi, ecc. In questi casi è importante denunciare i colpevoli in modo che le vittime abbiano modo di difendersi, ma ciò può rivelarsi rischioso per chi rivela le informazioni. Possono essere messi in pericolo, ad esempio, il proprio lavoro e la propria carriera, e in casi estremi anche la propria vita.

Per questo è utile poter inviare tutte le informazioni necessarie alle forze dell'ordine o a chi di dovere in modo anonimo, in modo da proteggersi contro eventuali ritorsioni.

Giornalismo

Quando un giornalista investigativo prepara un articolo, si trova spesso a dover parlare con informatori che rischiano il proprio lavoro o la propria incolumità per fornire dati riservati. Il giornalista deve quindi essere in grado di garantire agli informatori che le loro comunicazioni non verranno mai alla luce e che la loro identità non verrà mai rivelata. È quindi necessario utilizzare dei canali di comunicazione che permettano lo scambio di messaggi in forma anonima.

Evitare lo spam e il tracciamento

Aziende grandi e piccole utilizzano gli indirizzi e-mail in loro possesso per inviare comunicazioni pubblicitarie in modo spesso eccessivamente insistente. Anche se esistono delle normative a livello europeo come il GDPR, che dovrebbero garantire all'utente il diritto all'anonimato, queste sono spesso ignorate o aggirate. Inoltre, quando ci si iscrive a un sito o a una newsletter, spesso diventa impossibile cancellare la propria iscrizione.

Per questo è consigliabile usare un’e-mail anonima per iscriversi a siti e servizi con cui non si vuole condividere le proprie informazioni personali.

Fare uno scherzo

Non ci sono solo motivi nobili per usare un’e-mail anonima: si tratta di un buon metodo anche per fare qualche scherzo agli amici! Ad esempio, si può inviare un messaggio fingendosi un personaggio famoso o un parente lontano, camuffando il proprio indirizzo di posta elettronica. L'importante è non esagerare e ricordarsi che uno scherzo è divertente soltanto se breve e innocuo.

Come mandare e-mail anonime

Creare un nuovo account

Il metodo più semplice e immediato è quello di creare un nuovo account e-mail usando uno dei tanti servizi gratuiti a disposizione, come Gmail o Outlook. Nella creazione bisogna avere l'accortezza di non usare informazioni reali ma di scegliere nomi e indirizzi d'invenzione. Un problema sorge nel caso in cui il fornitore del servizio chieda l'inserimento di un numero di cellulare per inviare un codice di conferma: in quel caso, l'e-mail non sarebbe più realmente anonima.

Bisogna però anche sottolineare che, quando si invia qualsiasi tipo di dati via Internet, il pacchetto viene associato all'indirizzo IP di provenienza. Se non si maschera anche questo, non si può parlare veramente di anonimato. Per inviare e-mail anonime senza indirizzo IP si può però ricorrere all'uso di una VPN anonima.

Usare una e-mail temporanea

Ci sono molti servizi online che permettono di utilizzare un’e-mail temporanea, cioè un account valido solo per un breve periodo di tempo e che viene automaticamente eliminato una volta scaduta la validità. Questi servizi di solito creano automaticamente un indirizzo e-mail con un nome utente casuale (quindi non è possibile sceglierne uno) e forniscono anche un servizio Webmail per controllare la propria casella di posta.

Questo metodo è molto utile per registrarsi a siti a cui non si vuole rivelare la propria identità e da cui non si vogliono ricevere messaggi pubblicitari, ma può essere anche una difesa contro le e-mail ricatto. Questo particolare tipo di attacco informatico funziona soltanto se il ricevente viene intimorito dalla lettura del messaggio, ma un ricatto ricevuto su una e-mail a cui non si avrà mai più accesso nel giro di qualche ora è praticamente del tutto innocuo.

Usare e-mail crittografate

La crittografia è un argomento fondamentale quando si parla di navigazione sicura. Si tratta però di un aspetto da non sottovalutare anche quando si deve inviare un’e-mail. Esistono dei servizi di posta elettronica, come ProtonMail, che offrono la crittografia completa di tutti i messaggi e in certi casi anche dell'elenco dei propri contatti. In questo modo né eventuali hacker né i gestori del servizio stesso saranno in grado di spiare i contenuti delle varie e-mail.

Usare una VPN

Alle soluzioni precedenti bisognerebbe sempre associare l'uso di una VPN. Le reti private virtuali sono infatti in grado di garantire un livello di sicurezza ulteriore, che prevede non soltanto l'anonimato grazie all'offuscamento del proprio indirizzo IP ma anche la crittografia di tutti i dati inviati.

Per assicurarsi di essere davvero protetti, bisogna affidarsi soltanto a servizi VPN che garantiscono standard di sicurezza elevati e che soprattutto non tracciano l'attività degli utenti. È una buona idea installare una VPN gratis e fare qualche prova, in modo da imparare a usare al meglio tutte le funzionalità ed essere al sicuro nel momento del bisogno.

Disponibile anche in: English, Português Brasileiro, Svenska