Il tuo indirizzo IP: Nessun dato · Il tuo stato: ProtettoNon protettoNessun dato

Salta e vai al contenuto principale

Come cambiare indirizzo IP e posizione: VPN e altri metodi

Quando si naviga su Internet, spesso si viene identificati in base alla propria posizione geografica. Può però essere molto utile poter cambiare la propria posizione, magari per accedere a contenuti particolari. Per farlo ci sono diversi metodi, tra cui usare una VPN: continua a leggere per scoprire come fare nel dettaglio!

Come cambiare indirizzo IP e posizione: VPN e altri metodi

La VPN modifica l’indirizzo IP?

Una VPN modifica sempre l’indirizzo IP dell’utente che la utilizza, sostituendolo con quello del server VPN a cui si collega. Una VPN è infatti uno strumento che fa da intermediario tra il dispositivo dell’utente e Internet: modificando l’indirizzo IP viene ovviamente modificata anche la posizione dell’utente stesso. Utilizzare una VPN in Australia, ad esempio, è equivalente a collegarsi a Internet dall’Australia, anche se non ci si muove da casa propria.

Perché cambiare la propria posizione?

Cambiare la propria posizione è molto utile per la propria privacy. Collegarsi a Internet dal proprio indirizzo IP reale rende vulnerabili agli attacchi informatici: nascondersi dietro l’indirizzo IP di una VPN permette invece di proteggere la propria identità e i propri dati. Conoscendo l’indirizzo IP di un utente, infatti, è possibile ottenere molte informazioni: facendo una semplice ricerca IP, ad esempio, si può scoprire con una discreta precisione il luogo in cui si trova.

Ci sono però molti altri motivi per cui può essere utile cambiare il proprio indirizzo IP:

  • Confrontare prezzi online: molti siti di vendita offrono prezzi diversi a seconda del luogo in cui si trova l’utente. Cambiando indirizzo IP, e quindi posizione, si può accedere quindi alle offerte più vantaggiose.
  • Nascondere la propria identità ai tracker: molti siti e servizi tengono traccia del luogo da cui ci si collega, per poter offrire pubblicità e contenuti mirati. Questo è spesso una scocciatura, quindi può essere utile collegarsi, ad esempio, da un server VPN in Canada anziché da uno negli Stati Uniti per evitare fastidiose pubblicità.
  • Essere liberi di dire ciò che si vuole: se si svolge un lavoro in cui esprimere il proprio pensiero può portare a problemi, o se si vive in Paesi in cui vige la censura, nascondere il proprio indirizzo IP è sostanzialmente una necessità.

Sei modi per cambiare indirizzo IP e posizione

Usare una VPN

Quando si usa una VPN online si cambia automaticamente anche il proprio indirizzo IP. Ecco come fare più nel dettaglio:

  1. Scegli una buona VPN. Ad esempio, puoi provare uno dei piani di NordVPN.
  2. Scarica la VPN sui dispositivi che vuoi proteggere.
  3. Apri l’app VPN ed effettua l’accesso.
  4. Premi il pulsante “Quick connect” per connetterti immediatamente a un server remoto.
  5. Una volta connesso, il tuo indirizzo IP e la tua posizione saranno stati modificati dalla VPN!

Puoi installare la VPN anche direttamente sul router, oppure usare le estensioni per browser di NordVPN e ottenere così una VPN in Chrome o Firefox.

Come fa una VPN a cambiare l’indirizzo IP e la posizione? Una VPN non è altro che una rete privata virtuale, una rete che si occupa di incanalare il traffico proveniente dall’utente verso un server situato in un altro luogo, e da qui lo incanala ulteriormente verso Internet.

  1. Un servizio VPN ha solitamente server in varie parti del mondo. NordVPN, ad esempio, ha server in 111 Paesi diversi, e in alcuni casi è possibile addirittura scegliere la città specifica. Qualsiasi sito web visitato vedrà la connessione provenire dal server selezionato, e quindi da un Paese diverso da quello in cui ci si trova veramente.
  2. Quando ci si connette al server selezionato, la VPN crea un tunnel crittografato in cui viene fatto passare tutto il traffico e che porta al server VPN selezionato. Qui i dati vengono decrittografati e inoltrati poi alla loro destinazione effettiva, e sembrerà quindi che provengano dal server VPN. L’indirizzo IP associato ai dati sarà infatti quello del server VPN e non quello dell’utente.
  3. Se qualcuno dovesse provare a utilizzare l’indirizzo IP per risalire all’origine dei dati e per ottenere informazioni relative all’utente, arriverà semplicemente al server VPN, e non potrà quindi ottenere alcuna informazione.

Usare un proxy

Un proxy funziona in modo molto simile a una VPN. Fa infatti da intermediario tra l’utente e i siti web, e l’indirizzo IP viene sostituito con quello del proxy. La differenza principale è che un proxy non è in grado di rendere la connessione crittografata, cosa che invece può fare una VPN.

Usare Tor

Tor permette di incanalare le richieste di connessione attraverso diversi nodi sparsi intorno al mondo. Ogni nodo può vedere solo il nodo precedente e quello successivo nella catena, quindi è molto difficile risalire all’origine della connessione. Le reti Tor sono però spesso piuttosto lente, quindi non sempre sono la soluzione ideale.

Riavviare il modem

L’indirizzo IP viene assegnato dal proprio fornitore di servizi Internet, e spesso questo indirizzo non è fisso. Se non si dispone di un indirizzo IP statico, è sufficiente spegnere il modem, attendere qualche minuto e poi riaccenderlo: il fornitore di servizi Internet assegnerà un nuovo indirizzo IP. Se però si dispone di un indirizzo IP statico, questo non verrà mai cambiato, nemmeno quando si spegne il modem.

Cambiare rete

Gli indirizzi IP sono associati alla rete da cui ci si collega, quindi cambiando rete si otterrà un nuovo indirizzo IP. Non è però una soluzione particolarmente efficace: vorrebbe dire non potersi mai collegare dalla propria rete di casa ma doversi collegare sempre da una rete diversa. È però una soluzione che può funzionare quando ci si trova in viaggio.

Chiedere un nuovo indirizzo IP al proprio fornitore di servizi Internet

Se si dispone di un indirizzo IP statico, l’unico modo per modificarlo è quello di farne richiesta al proprio fornitore di servizi Internet. Anche questa non è una soluzione particolarmente efficace, in quanto difficilmente lo si potrà fare spesso. Alcuni fornitori, poi, offrono questa possibilità solo dietro pagamento.

Come cambiare posizione VPN su Android e iPhone

Con NordVPN cambiare posizione è facile sia nei telefoni Android che negli iPhone. Dopo aver installato l’app di NordVPN, basta seguire questi passaggi:

  • Apri l’app di NordVPN.
  • Fai scorrere l’elenco di Paesi.
  • Seleziona il Paese da cui ti vuoi connettere.
  • Verrai collegato a un server VPN situato nel Paese scelto. Tutto qua.

Qual è il metodo migliore per cambiare posizione?

Tra tutti i metodi disponibili per cambiare indirizzo IP e posizione, usare una VPN è la soluzione migliore. Permette infatti non soltanto di nascondere il proprio indirizzo IP, ma anche di accedere a molte altre funzionalità.

NordVPN è una scelta particolarmente efficace. Tra le funzionalità aggiuntive che offre c’è, ad esempio, Threat Protection, uno strumento che permette di proteggere i propri dati dalle minacce informatiche e dai tracker. Permette infatti di rilevare e bloccare il malware prima ancora che venga scaricato e installato, quindi prima che possa fare danni. Puoi dare un’occhiata alle recensioni NordVPN per vedere quello che ne pensano gli altri utenti!

La sicurezza online inizia con un semplice clic.

Resta al sicuro con la VPN leader a livello mondiale