Il tuo indirizzo IP: Sconosciuto · Il tuo stato: ProtettoNon protettoSconosciuto

Indice di rischio informatico

Dagli Stati Uniti all'India: 50 Paesi analizzati,
che rappresentano il 70% della popolazione mondiale.

Dati raccolti e analisi approvati da

statista

Cyber Risk Index

50 Paesi in base alla loro vulnerabilità ai crimini informatici

Su una scala da 0 a 1, il Cyber Risk Index (CRI) misura il rischio di esposizione ai crimini informatici in base al Paese di residenza. Più alto è l'indice, maggiore è il rischio.

Paesi con il maggior
rischio informatico

PaeseCRI
1.
isIslanda
0.839
2.
seSvezia
0.809
3.
aeEmirati Arabi Uniti
0.774
4.
noNorvegia
0.729
5.
usStati Uniti
0.713
6.
sgSingapore
0.670
7.
ieIrlanda
0.664
8.
nzNuova Zelanda
0.660
9.
dkDanimarca
0.657
10.
gbRegno Unito
0.647

Paesi con il minor
rischio informatico

PaeseCRI
41.
uaUcraina
0.361
42.
irIran
0.349
43.
phFilippine
0.337
44.
thTailandia
0.334
45.
cnCina
0.326
46.
zaSudafrica
0.300
47.
idIndonesia
0.291
48.
iqIraq
0.290
49.
ngNigeria
0.239
50.
inIndia
0.186

Cyber risk a livello globale

I 5 livelli di cyber risk

18 su 50 paesi analizzati risultano con un livello di cyber risk elevato o molto elevato.

5 levels

Mappa Globale dell'Indice di Rischio Informatico
Rapporto sull'Indice di Rischio Informatico

Ricevi il rapporto completo cliccando qui

Accedi al rapporto del Cyber Risk Index per tutti i 50 Paesi.

Informazioni principali del rapporto

CRI

I Paesi sviluppati sono più vulnerabili

Fattori come un'economia ad alto reddito, infrastrutture tecnologiche avanzate, urbanizzazione e digitalizzazione comportano un livello più elevato di crimini informatici. Ecco perché l'Europa settentrionale, che detiene il più alto salario medio mensile e un tasso di penetrazione di Internet superiore al 90%, è l'area più pericolosa al mondo per svolgere attività online. L'America settentrionale non è da meno.

alto indice di rischio informatico USA e Regno Unito

Gli Stati Uniti e il Regno Unito sono tra i primi 10 Paesi più a rischio

Sorprendentemente, il Regno Unito si colloca al 1° posto e gli Stati Uniti al 2° nel Global Cybersecurity Index, ovvero l'indice di sicurezza informatica globale, che viene calcolato in base a fattori legali, tecnici, organizzativi e di sviluppo delle capacità a livello nazionale. Tuttavia, questi fattori hanno un impatto limitato sul rischio informatico se si considera il livello individuale. Contano di più l'esposizione alle minacce e il reddito.

CRI Europe

Il segreto dell'Europa occidentale

L'Europa occidentale rientra nella categoria di Paesi con un rischio informatico moderato, al contrario dell'Europa settentrionale e dell'America settentrionale, che presentano invece un rischio informatico elevato. Gli europei occidentali sono meno esposti alle minacce online perché trascorrono in rete solo 5 ore al giorno rispetto alla media globale di 6,5 ore.

indice di basso rischio informatico India

L'India ha il punteggio migliore

È l'unico Paese che rientra nella categoria di quelli con un rischio informatico molto basso. Un indiano medio ha un'esposizione molto bassa a Internet e alle relative minacce. Inoltre, con un salario mensile 13 volte inferiore alla media, gli indiani non sono obiettivi allettanti per i criminali informatici. Tuttavia, se restringessimo il nostro raggio d'azione agli indiani iperattivi online, la situazione sarebbe diversa. Per maggiori informazioni consulta il rapporto.

Contattaci

Per eventuali domande o commenti, scrivici all'indirizzo press@nordvpnmedia.com.