Il tuo indirizzo IP: Nessun dato · Il tuo stato: ProtettoNon protettoNessun dato

Benvenuti nel prossimo capitolo di NordVPN

Nel corso degli anni, abbiamo chiesto alle persone cosa pensano che sia una VPN, perché utilizzano questo servizio e in che modo ne traggono vantaggio. A quanto pare, le VPN sono un concetto piuttosto semplice a sentire gli utenti… a differenza delle risposte che ci hanno dato. Per alcuni, le VPN sono strumenti che sbloccano l’accesso a un Internet meno limitato. Per altri, le VPN consento di assumere il controllo dei propri dati. Un altro gruppo ancora si affida alla VPN per ottenere un ulteriore livello di sicurezza.

Benvenuti nel prossimo capitolo di NordVPN

Molte funzioni hanno ricevuto continue menzioni, ma in fin dei conti si basavano tutte sui vantaggi di un tunnel crittografato e una rete globale di server. Ma noi vogliamo che NordVPN sia più di questo. Non vogliamo limitarci a crittografare il traffico e nascondere l’indirizzo IP. Il nostro obiettivo è rendere predefinita l’opzione di navigare in Internet in modo sicuro, in modo che i nostri utenti debbano davvero impegnarsi per essere vulnerabili.

E Internet è molto di più della semplice apertura di siti sul browser. È anche avere accesso a elementi remoti. È connettersi alla rete domestica o di lavoro, o magari un server di gioco che utilizza lo stesso dispositivo. O poter creare facilmente la propria connessione personalizzata tramite una VPN privata in qualsiasi parte del mondo. In quest’ottica, abbiamo dedicato gli ultimi due anni ad ampliare la portata del nostro lavoro. Non solo per crittografare il tuo traffico Internet e cambiare l’indirizzo IP, ma anche per rendere più sicure tutte le tue connessioni a Internet. Circa un anno fa abbiamo lanciato Threat Protection, una funzionalità concepita per bloccare qualsiasi minaccia proveniente dalla connessione Internet dell’utente tramite siti web o file scaricati dannosi.

Oggi siamo lieti di presentarti il prossimo capitolo di NordVPN.

Condivisione di file fluida

In questo nuovo capitolo, Meshnet di NordVPN consente di condividere file in modo fluido fra i dispositivi. Con quest’ultima aggiunta è possibile trasferire istantaneamente gli screenshot scattati sul proprio dispositivo mobile al laptop in soli tre clic. Senza perdere qualità. Senza caricarli su server di terze parti. E attraverso un tunnel crittografato end-to-end. Ulteriori informazioni su questa funzionalità sono disponibili nel nostro articolo sulla condivisione di file con Meshnet.

Subito dopo l’uscita iniziale di Meshnet, gli utenti hanno iniziato a dirci come utilizzavano questa nuova funzione. La risposta è stata in ogni modo, dalla creazione del proprio server Minecraft privato alla configurazione della protezione di rete tramite Pi-hole. Per facilitare la scoperta di tali casi d’utilizzo, abbiamo creato un apposito sito web che continueremo ad espandere in futuro.

Se segui da tempo NordVPN, probabilmente conosci già la nostra ossessione per la velocità. Non vogliamo solo essere veloci: vogliamo che la connessione con la VPN sia più veloce che senza VPN. Pertanto, quando abbiamo lavorato su Meshnet, non potevamo accontentarci di niente di meno di ciò che avevamo già creato con NordVPN. Nelle prossime settimane presenteremo quelle che, in ambito interno, definiamo connessioni kernel-to-kernel: connessioni peer-to-peer in grado di essere più veloci di 1 Gbps. È possibile approfondire quest’argomento in un articolo sulle connessioni kernel-to-kernel.

Disponibilità open source

Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza una community molto speciale: quella di coloro che scrivono codice open source. Come molte società di software, ci avvaliamo di tool scritti da persone che li rendono disponibili gratuitamente per tutti. NordVPN ora si impegna a far parte di questa community e a condividere il codice, che riteniamo offra sia vantaggi a chi ha intenzione di utilizzarlo, sia trasparenza a chi lo cerca.

Oggi abbiamo reso open source tre importanti componenti del software NordVPN: Libtelio (una libreria di rete principale di NordVPN utilizzata da tutte le nostre applicazioni su qualsiasi sistema operativo), Libdrop (una libreria che usiamo per condividere file su Meshnet) e un’intera applicazione Linux di NordVPN che riunisce queste componenti e fornisce un’interfaccia semplice per potenziali integrazioni. Maggiori dettagli su queste modifiche sono consultabili in questo articolo sul nostro impegno open source.

Rendere Meshnet gratuito

Ultimo ma non meno importante: stiamo rendendo Meshnet una funzionalità gratuita. Ora le aziende ottengono l’accesso alle informazioni degli utenti per raggiungere un obiettivo semplice come inviare un file da un punto A ad un punto B. Crediamo fermamente che questa traiettoria possa essere cambiata solo fornendo un servizio di livello superiore a quante più persone possibile, in modo che possano notare la differenza.

Ecco perché non sarà necessario un abbonamento VPN per utilizzare Meshnet. Tutto – dalla condivisione di file all’hosting del proprio server Minecraft, all’instradamento del traffico attraverso il PC domestico – sarà gratuito. È possibile connettere fino a 10 dispositivi personali e fino a 50 dispositivi esterni nel proprio Meshnet (per maggiori informazioni, dai un’occhiata al nostro articolo sul motivo per cui Meshnet è gratis).

Disporre di una versione gratuita, impegnarsi a diventare open source e creare funzionalità che consentano sicurezza e privacy in un modo del tutto nuovo: è questo il prossimo capitolo di NordVPN.

Adatta Meshnet alle tue esigenze

Accesso da remoto, condivisione di file e molto altro


Diamo valore alla tua privacy

Questo sito web utilizza i cookie per offrirti un'esperienza più sicura e personalizzata. Accettando, accetti l'uso di cookie per pubblicità e analisi, in linea con la nostra Informativa sui cookie.