Il tuo indirizzo IP: Unknown · Il tuo stato: Non protetto Protetto

Cos’è un malware?

Jan 27, 2020 · 5 min di lettura

Cos’è un malware?

I malware si presentano sotto varie forme e attaccano il computer in incognito, danneggiando il sistema operativo e rubando informazioni personali. Purtroppo non sempre ci si accorge che il proprio computer è infetto fino a quando non è troppo tardi.

Certe volte i malware agiscono in incognito, provocando solamente un lieve rallentamento del sistema operativo, altre volte si presentano sotto forma di finte applicazioni che hanno lo scopo di carpire le chiavi di accesso al conto corrente, altre ancora fanno in modo di costringerti ad acquistare un finto antivirus per sbloccare il computer.

Quando si parla di malware e di virus si tende a fare molta confusione, sia riguardo le possibili conseguenze che potrebbero causare, sia riguardo i metodi per difendersi da un possibile attacco.

Il modo migliore dunque per difendersi da un malware è conoscerlo.

Cos’è un malware? Come si riconosce e come possiamo evitarlo?

Ecco tutto quello che devi sapere sui malware, dal significato alla prevenzione.

Definizione di Malware

Per poterli evitare è innanzitutto indispensabile conoscere il significato di malware e come e quando agiscono.

La parola malware deriva dalla contrazione della definizione inglese “malicious software”, ossia software dannoso.

Un malware si può quindi definire come un software che crea un danno o comunque disturba il normale funzionamento di un computer. Solitamente viene creato con lo scopo di accedere in incognito ad un pc senza che l’utente se ne renda conto.

In passato i malware si infiltravano nei sistemi operativi tramite i floppy disk. Al giorno d’oggi passano invece talvolta attraverso le pen drive USB, ma più generalmente si infiltrano attraverso internet.

Qual’è la differenza tra virus e malware?

Sostanzialmente nessuna, in quanto un virus si può definire come un particolare tipo di malware che si infiltra all’interno del sistema operativo e si replica infettando altri file presenti sul computer.

Puoi visitare anche questa pagine per saperne di più.

I diversi tipi di Malware esistenti e quali danni possono creare

Sapere cosa sono i malware in linea generale potrebbe non essere sufficiente per riuscire a riconoscerli ed evitarli.

Esistono moltissimi tipi diversi di malware che possono infettare il sistema operativo. Conoscerli tutti è chiaramente impossibile, ma conoscere quali sono i malware principali e più diffusi, oltre che sapere come operano, potrebbe aiutare a riconoscerli più in fretta in caso di infezione.

Adware

L’Adware è uno dei tipi di malware più innocui in quanto ha come obiettivo guadagnare soldi e generalmente non danneggia il computer. Solitamente si presenta sotto forma di banner pubblicitari sui siti web e finestre di applicazioni che si aprono in automatico invitando l’utente a cliccare su di un pulsante.

Di solito non causa particolari danni ad eccezione del fastidio di avere annunci pop-up che appaiono sul desktop, nei programmi che si stanno utilizzando, sui siti web o in alcune app, anche in quelle in cui prima non erano presenti pubblicità.

Spyware

Come suggerisce il nome, lo Spyware infetta il sistema operativo per spiare i movimenti. Questo malware agisce in background, senza farsi vedere, e monitora l’utilizzo del computer e le attività di navigazione in rete con l’intento di carpire informazioni personali.

Solitamente memorizza password, dati bancari ed email. Talvolta modifica le impostazioni di sicurezza del computer e la programmazione dei tasti. Altre volte scarica ed installa applicazioni dannose senza richiedere l’autorizzazione dell’utente, al fine di inviare dati personali ad un utente remoto.

Virus

Il virus in origine era considerato come la vera definizione di malware. Il virus informatico agisce in maniera analoga ad un virus biologico, propagandosi da un computer all’altro con l’intento di infettare il maggior numero di dispositivi.

Generalmente risulta essere collegato a file o programmi e si diffonde attraverso il loro download, o l’invio tramite e-mail, social media o messaggi di testo. A differenza dello spyware, il virus non agisce in maniera autonoma sul computer, ma necessita che l’utente esegua il programma o apra il file a cui è collegato.

I danni causati dal virus possono variare da piccole ed innocue alterazioni dello sfondo del desktop fino ad arrivare a conseguenze più gravi come la perdita dei dati o l’arresto improvviso del sistema.

Worm

I worm sono generalmente dei malware piuttosto innocui, in quanto solitamente non provocano nessun danno al il sistema operativo. I worm hanno il solo scopo di diffondersi e copiarsi su un’unità o una rete locale.

Talvolta vengono progettati per danneggiare un sistema e carpire informazioni personali, anche se la maggior parte delle volte risultano essere più che altro un “gioco” di un hacker per prendere in giro gli utenti.

Trojan

Questo malware prende il nome dal famoso cavallo di troia della leggenda e si infiltra nei computer nascondendosi in programmi dall’aspetto del tutto innocuo.

Una volta infiltrato in un computer crea delle backdoor che permettono all’hacker che lo ha creato di accedere al sistema operativo, rubare i dati personali e, in alcuni casi, bloccare completamente l’accesso al computer.

Ransomware

Il ransomware è uno dei malware più pericolosi in quanto si diffonde rapidamente e causa danni alquanto onerosi. Come suggerisce il nome, il ransomware è creato per rubare soldi all’utente.

Agisce infettando il sistema operativo, crittografando i dati e bloccando l’accesso all’utente. Una volta bloccato l’accesso, richiede all’utente di pagare un riscatto per poter decrittografare i file.

Rootkit

Come i ransomware, anche i rootkit sono piuttosto malevoli in quanto mirano ad ottenere i privilegi di amministratore di modo da poter agire sul sistema operativo senza essere rilevati e senza poter essere rimossi.

Keylogger

I keylogger hanno come obiettivo il tracciamento delle chiavi digitate dall’utente di modo da rubare le password e monitorare le conversazioni private.

Questi malware agiscono in incognito e possono essere molto difficili da individuare.

Come riconoscere un Malware

Per difendersi dagli attacchi informatici dei malware è sicuramente importante sapere cosa sono e come agiscono, anche se talvolta non è semplice individuarli.

Come fare per riconoscere un malware?

In generale il consiglio è, oltre a conoscere il significato di malware ed il suo funzionamento, quello di prestare attenzione a qualsiasi comportamento anomalo del computer.

Tra i comportamenti anomali da tenere sotto controllo per rilevare la presenza di malware troviamo:

  • Un visibile rallentamento del sistema operativo;
  • Annunci pubblicitari che improvvisamente e apparentemente senza motivo ricoprono lo schermo, generalmente presentando grafiche accattivanti con scritte come “Complimenti! Hai vinto!”;
  • Homepage del browser che cambia improvvisamente e senza autorizzazione;
  • Il sistema operativo procede a scatti, tende a chiudersi improvvisamente, a bloccarsi o a presentare una schermata di errore;
  • Comparsa improvvisa di estensioni o plugin non autorizzati;
  • Una improvvisa ed inspiegabile diminuzione dello spazio di archiviazione su disco rigido;
  • Aumento inspiegabile dell’attività del sistema su internet;
  • Il computer si surriscalda anche quando non si stanno utilizzando programmi particolarmente pesanti.

Come evitare un Malware

Sapere che cos’è il malware e conoscere i sintomi da monitorare per rilevarne la presenza possono permetterci di individuare tempestivamente eventuali infezioni ed evitare danni economici o di sistema al computer. Tuttavia alcuni malware più avanzati sono piuttosto difficili da rilevare e agiscono indisturbati, talvolta anche per mesi.

In questi casi l’unica soluzione è riuscire ad evitarli.

Purtroppo, visto il gran numero di malware esistenti, non esiste un unico modo per evitare che infettino il computer.

Sicuramente è molto importante conoscere le buone pratiche per la sicurezza informatica e prestare attenzione a salvaguardare sempre la propria privacy sul web.

Alcune pratiche ed abitudini possono infatti aiutare a proteggere il proprio computer da attacchi esterni, per esempio:

  • Usare sempre un antivirus con filtro anti-malware, ne esistono di ottimi anche in versione gratuita;
  • Prestare attenzione a non cliccare su link o banner ambigui, prestare attenzione a cliccare sulla giusta “X” per chiudere le finestre pop-up e navigare sempre su siti internet sicuri;
  • Proteggere sempre la navigazione con un VPN, in quanto la crittografia che fornisce permette di bloccare l’accesso a molti hacker e malware;
  • Fare periodicamente dei backup dei file più importanti di modo da non perderli in caso di attacco da parte di un malware, in questo modo all’occorrenza si potrà effettuare un reset completo del computer senza perdere dati fondamentali;
  • Prestare sempre attenzione a non scaricare programmi o applicazioni che non si conoscono, effettuando delle ricerche preventive circa la loro affidabilità;
  • Tenere sempre il software aggiornato all’ultima versione, in quanto gli aggiornamenti solitamente provvedono a risolvere eventuali vulnerabilità di sistema;
  • Scegliere delle password sicure e non banali, oltre che cambiarle periodicamente e non tenerle salvate sul computer;
  • Conoscere a fondo il proprio computer o cellulare di modo da poter rilevare istantaneamente dei malfunzionamenti o rallentamenti anomali.

Ilma Voigt
Ilma Voigt successAutore verificato

Ilma Voigt è una gestore di contenuti, appassionata di tecnologia e sicurezza online. Oltre alla particolare attenzione alla tecnologia, è anche specializzata nel portare nuove informazioni utili acquisite sulla sicurezza informatica in nuovi mercati.


Iscriviti al blog NordVPN